Compleanni Moderni

Posted by

I compleanni dei bambini sono sempre stati un evento. Quando eravamo piccoli, le feste erano tutte uguali e divertenti. Si facevano rigorosamente a casa del festeggiato, si mangiavano panini al latte con prosciutto cotto o salame tenuti insieme con lo stecchino, patatine, succhi di frutta e Coca Cola con la caffeina. Nessuno, a mia memoria, aveva allergie.

Giocavamo tutti insieme e nessuno si annoiava. Andavamo in cortile con la palla, l’elastico e la corda, anche in inverno. Nelle feste più organizzate c’era la caccia al tesoro. Organizzavamo spettacoli da far vedere ai genitori che erano sempre presenti, stavano seduti sul divano a chiacchierare fra di loro e non si impegnavano ad intrattenere i bambini.

Al giorno d’oggi organizzare una festa di compleanno è un’impresa stellare neanche fosse  la pianificazione per la realizzazione della Morte Nera. Ti devi muovere per tempo e prenotare il posto che va di moda (tappeti elastici, palestra da arrampicata, castelli gonfiabili, pattinaggio su ghiaccio, scivoli giganti) spedire gli inviti con largo anticipo per evitare l’odiosa risposta “scusa ma siamo già alla festa di Compleanno di Filippo che la fa al Laser Tag e ci ha invitato 6 mesi fa”.

Se decidi di evitare questi posti super costosi e rumorosi e tornare ai vecchi tempi della festa casalinga, allora devi abitare in un castello e affittare un paio di professioniste del settore che si occuperanno di intrattenere i bambini:

  • Un mago per i giochi di prestigio di dubbio gusto
  • L’odioso pagliaccio IT che trasforma i palloncini in fiori e spade (e che prima o poi se li trascinerà tutti nel tombino) it
  • La tipa del face painting che realizza farfalle glitterate e tigri feroci con il trucco tossico cinese, il quale si scioglierà dopo 5 secondi colando negli occhi e lasciando strisciate colorate sulle magliette di tutti
  • Il cugino di Cracco che sia in grado di cucinare una torta senza glutine, lattosio, arachidi e uova commestibile.

In più quando si vive all’estero si invitano bambini provenienti da paesi diversi, bisogna quindi tener conto delle varie culture. Per qualcuno i regali non vanno assolutamente aperti di fronte a chi te li ha fatti, per  altri assolutamente si e vanno anche ringraziati il giorno dopo tramite un bigliettino o un messaggio con un commento appropriato del tipo:

”Grazie per aver partecipato al compleanno di Giovannino! Giovannino davvero adora il trenino elettrico che gli avete così generosamente donato, era proprio quello che voleva! Giovannino ci giocherà travestito da capostazione per tutto l’inverno, vi manderemo delle foto per dimostrarvi quanto Giovannino  è  felice. Grazie, grazie per aver condiviso con noi un giorno speciale per Giovannino, non vi dimenticheremo mai”

Insomma, una tragedia!

Oppure fate come ho fatto io, ve ne sbattete.

Farei una premessa per chi non mi consce bene, io sono una Rottermaier rompicoglioni.

Obbligo le bambine a mettere a posto i giochi dopo averli usati, ad apparecchiare e sparecchiare il loro piatto, a colorare sul tavolo solo dopo aver messo la tovaglia cerata, a mangiare solo a tavola e non sul divano per le briciole. Per non parlare del cibo spazzatura….inesistente. Niente caramelle, biscotti dopo cena, tortine. Cucino io. I dolci li faccio con il gel di chia al posto delle uova, gli hamburger sono quelli di quinoa e lenticchie, il fritto: questo sconosciuto.

Quindi capirete quanta fatica mi sia costata questa festa di compleanno non-organizzata.

Gli inviti sono stati fatti a voce o via WhatsApp 7 giorni prima. Le bambine presenti erano 6 su 10 (le altre probabilmente erano al laser tag con Filippo), quindi si sono fermate a dormire. La prima ora della festa è stata una lezione di danza obbligatoria dove le ragazze hanno ballato, saltato, sudato e speso tutte le energie spendibili in un’ora per evitare l’esplosione della casa.

Niente doccia per nessuno.

La cena è stata a base di hot dog (ci terrei a precisare che non ho neanche fatto il pane ma ho comprato quello industriale, a base di alcool già tagliato che sa di polistirolo), ketchup, maionese (sempre comprata e non fatta seguendo la salutare ricetta della Mayo senza uova di Marco Bianchi), patatine fritte.  La torta di compleanno era una crostata di marmellata con chili e chili di burro e marmellata di albicocche della Hero. Per gli allergici, niente torta. A seguire film con Pop-corn al burro scoppiettati nel microonde.

Dopo il film è arrivato il bello:

“Cosa facciamo adesso mamma di Emma?”

“Giocate”

“Si ma, a cosa?”

“Quello che volete, inventate qualcosa”

“Ma cosa c’è nel programma?”

“Non abbiamo un programma”

…..images

“Cosa facevi tu mamma di Emma per divertirti alla nostra età?”

“Lanciavo le manine appiccicose delle San Carlo sul vetro e le guardavo scendere”

Così ci siamo messe il pigiama e abbiamo giocato con la versione moderma delle manine di gomma: le squish balls. Palline di plastica gommose ripiene di slime (quello che noi chiamavamo Skifidol) imprigionate in una rete da pescatore, quando le schiacci lo slime esce dai buchi della rete, bellissime! Se le lanci forte si appiccicano sul muro che è una meraviglia.

La mattina dopo a colazione abbiamo mangiato gli avanzi della torta e i cereali con il latte (ebbene si, ho comprato anche il latte…)  una bambina ha iniziato a cantare l’alfabeto con i rutti. Un’altra ha iniziato a fare le scoregge con le ascelle e io non ho mai riso tanto.

Ora il muro è pieno di slime appiccicoso (ebbene si, le squish ball esplodono…), ho scoperto che un lato del divano è dipinto di tempera verde, il tappeto è impregnato di Sprite, la pianta che stranamente non era ancora morta è spezzata in due (non era destino…) ma mia figlia mi ha detto:

“Thanks Ma, best party ever. You are the best” e mi ha abbracciato così  forte da lasciarmi senza fiato.

 Alla fine i bambini sono bambini, smettiamola di trattarli come alieni.

Comprate tante, tante, tante squish ball e Happy Birthday!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...