Macao: Nate Per Il Trash

Andare a Macao è come intraprendere un viaggio spazio-temporale. Adoro questa città, un guazzabuglio di culture, a metà strada fra una decadente Lisbona, una brutta cittadina cinese e Las Vegas. Esci e inizi a passeggiare fra le stradine in salita pavimentate con il tipico mosaico portoghese, in mezzo a palazzine che cadono a pezzi alternate da case coloniali ristrutturate con colori caldi e accesi, platani secolari,  nomi delle strade scritti in portoghese e cinese dipinte su Azulejos. Arrivando qui dalla Cina ci si sente un poco a casa, le numerose chiese che si incontrano camminando,  il suono delle campane e la via pedonale piena di negozi che sfocia nella piazza delle rovine della chiesa di Sant Pau hanno il tipico aspetto

Continue reading