Shanghai: Mojito o Tè Verde?

Inaspettatamente oggi a Shanghai è scoppiata la primavera. Mi sveglio con il canto degli uccellini, guardo fuori e c’è il sole, opaco certo, ma sempre di sole si tratta. Mi aspettano 20 gradi di caldo avvolgente tepore primaverile. Lo so lo so non ci si scopre nei mesi con la erre, lo so che domani avrò mal di gola e il raffreddore, ma non resisto! Indosso i jeans chiari, una bella camicia, il giubbotto di finta pelle da finta giovane, occhiali da sole, bambina grande con bicicletta, bambina piccola con monopattino, cane con le crocchette, libro per me, acqua e viveri per tutti e via, verso l’unica strada pedonale di Shanghai dove è possibile passeggiare con tutte le cose/persone/animali sopra

Continue reading

Shanghai: Sono Un Serial Killer

Sono un serial killer, lo confesso. Mi piacciono tutte, grandi e piccole, appariscenti o insignificanti, rigogliose, piene, profumate. Le vedo, le imprigiono per un po’ in casa, le torturo immergendole nell’acqua o assetandole per settimane intere e poi poco alla volta le uccido. Ma partiamo dall’inizio. A Shanghai vanno forte le playdate pomeridiane dei bambini. Dalle 4 del pomeriggio alle 6 ci si trova a casa delle varie mamme a fare giocare i bambini. È un’usanza molto piacevole a dire il vero, i pargoli fanno i compiti tutti insieme senza troppe storie e poi si stravolgono di giochi prima di riportarli a casa stremati, sfamarli, cartonarli davanti alla tele ed infine imbustarli nel letto felici e contenti. Per noi mamme

Continue reading